PROGETTI PERSONALIZZATI LE N 162 DEL 21 MAGGIO 1998

La RAS con deliberazione G.R. n8/9 del 24/02/2015 ha approvato la proroga dei Progetti Personalizzati fino al mese di giugno 2015 e nello specifico ha deliberato quanto segue:
– di autorizzare la prosecuzione dei piani personalizzati in essere al 31 dicembre 2014 per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2015, secondo gli importi riconosciuti per le mensilità  dell’annualità  2014;
– di stabilire che la rideterminazione definitiva dei contributi per ogni singolo piano avverrà  una volta approvata la legge finanziaria 2015, stante la disponibilità  di bilancio ivi previste e fatta salva la quota di finanziamento dei sei mesi di proroga accordati;
– di fissare al 30 marzo 2015 la data entro la quale i Comuni devono far pervenire alla Direzione generale delle Politiche Sociali la certificazione delle economie maturate al 31.12.2014 delle annualità  precedenti presupposto per l’assegnazione del contributo annuale;
– di confermare, per i piani 2014 da attuarsi nel 2015, il criterio di carattere generale secondo il quale la gestione del progetto non può essere affidata ai parenti conviventi nà© a quelli indicati all’art. 433 del Codice Civile.

Continua la lettura

Data:
02 Marzo, 2015

La RAS con deliberazione G.R. n8/9 del 24/02/2015 ha approvato la proroga dei Progetti Personalizzati fino al mese di giugno 2015 e nello specifico ha deliberato quanto segue:
– di autorizzare la prosecuzione dei piani personalizzati in essere al 31 dicembre 2014 per i mesi di marzo, aprile, maggio e giugno 2015, secondo gli importi riconosciuti per le mensilità  dell’annualità  2014;
– di stabilire che la rideterminazione definitiva dei contributi per ogni singolo piano avverrà  una volta approvata la legge finanziaria 2015, stante la disponibilità  di bilancio ivi previste e fatta salva la quota di finanziamento dei sei mesi di proroga accordati;
– di fissare al 30 marzo 2015 la data entro la quale i Comuni devono far pervenire alla Direzione generale delle Politiche Sociali la certificazione delle economie maturate al 31.12.2014 delle annualità  precedenti presupposto per l’assegnazione del contributo annuale;
– di confermare, per i piani 2014 da attuarsi nel 2015, il criterio di carattere generale secondo il quale la gestione del progetto non può essere affidata ai parenti conviventi nà© a quelli indicati all’art. 433 del Codice Civile.

COMUNICAZIONE PROROGHE

DELIBERA RAS

Ulteriori informazioni

Ultimo aggiornamento

30 Dicembre, 2021