Provvedimenti per riduzione inconvenienti igienico sanitari provocati da piccioni

Ordinanza del Sindaco n. 15 del 04/09/2018

I proprietari o titolari di diritti reali su beni immobili pubblici e privati situati all’interno del Centro Abitato interessati dalla nidificazione ed allo stazionamento di piccioni (columba livia forma domestica), dovranno provvedere, a propria cura e spese a:

Rimuovere eventuali escrementi di piccioni presenti sui terrazzi, soffitte,
cornicioni e qualunque luogo accessibile facendo seguire l’intervento da una accurata pulizia e disinfestazione delle superfici interessate;
– Mantenere perfettamente pulite da guano o piccioni morti le aree private sottostanti i fabbricati e le strutture interessate dalla presenza di piccioni;
– Provvedere alla chiusura con diaframmi in muratura, reti o altro mezzo idoneo, delle piccole cavità atte alla
sosta e nidificazione dei piccioni;
– Schermare con adeguate reti a maglie sottili o altro mezzo idoneo ogni accesso ai fabbricati ove nidifichino o
possano nidificare i piccioni, vista l’attitudine degli stessi ad occupare
soffitte, solai e sottotetti che offrano riparo o luogo per la nidificazione;
– Installare, ove possibile, anche in caso di ristrutturazione o interventi di manutenzione ordinaria dissuasori sui
punti di posa (cornicioni, terrazzi, pensiline, davanzali, ecc.) onde impedire lo stazionamento di piccioni;
È fatto inoltre divieto, salvo autorizzazione a fini particolari, di alimentare i piccioni urbanizzati presenti allo stato libero su tutto il territorio urbano, e di gettare sul suolo pubblico granaglie sostanze di scarto o avanzi alimentari.

Ordinanza