Gentili concittadini,
Allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus Covid-19, è necessario osservare le seguenti
misure:

Dal 10 Marzo 2020 al 3 Aprile 2020:
a) Evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e uscita dai territori dei singoli Comuni, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza;
b) Ai soggetti con sintomatologia da infezione respiratoria e febbre (maggiore di 37,5° C) è fortemente raccomandato di rimanere presso il proprio domicilio e limitare al massimo i contatti sociali, contattando il proprio medico curante;
c) Divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus;
d) È vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico
e) Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati;
f) Sono sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico;
g) Sono sospese le attività scolastiche nelle scuole di ogni ordine e grado. Al fine di mantenere il distanziamento sociale, è da escludersi qualsiasi altra forma di aggregazione alternativa;
h) L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone. Sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri;
i) Sono chiusi i musei e gli altri istituti e luoghi della cultura
j) Sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali, centri culturali, centri sociali, centri ricreativi;

Dal 12 Marzo 2020 e salvo ulteriori disposizioni, fino al 25 Marzo 2020:
a) Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità (Allegato 1 D.P.C..M. 11 Marzo 2020), sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, purchè sia consentito l’accesso alle sole predette attività. Sono chiusi indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. Restano aperte edicole, tabaccai, farmacie, parafarmacie. Deve essere garantita la distanza di sicurezza interpersonale di un metro;
b) Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), ad esclusione di mense e catering continuativo su base contrattuale, che garantiscono la distanza di sicurezza interpersonale di un metro. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio nel rispetto delle norme igienico – sanitarie sia per l’attività di confezionamento di alimenti e bevande nelle aree di servizio e rifornimento carburante situati lungo la rete stradale, autostradale e all’interno delle stazioni ferroviarie, aeroportuali, lacustri e negli ospedali garantendo la distanza di sicurezza interpersonale di un metro;
c) Sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona (parrucchieri, barbieri, estetisti) diverse da quelle individuate all’allegato 2 D.P.C.1.M. 11 Marzo 2020;
d) Restano garantiti nel rispetto delle norme igienico – sanitarie, servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agroalimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi.

Al fine di contenere e contrastare il diffondersi del COVID-19 si riportano i comportamenti disposti per la fruizione degli uffici comunali e di tutti gli uffici e luoghi pubblici:

Servizi indifferibili e Uffici comunali

Cimiteri Comunali

Biblioteca Comunale

Concessione locali comunali

Servizi e attività commerciali al dettaglio attivi
I gestori hanno l’obbligo di far rispettare la distanza interpersonale di almeno un metro. Merci e generi alimentari circolano liberamente. Non ci sono rischi di carenza per approvvigionamenti o generi di necessità.

La collaborazione di tutti è importante! Grazie!
Il Sindaco
Avv. Mauro Steri

COMUNICAZIONE_2